Lampada da soffitto, la scelta del modello migliore per le proprie esigenze

lampada da soffitto

Spesso e volentieri, nel momento in cui si entra in un nuovo appartamento, una delle principali esigenze da soddisfare è quello relativo all’illuminazione dei vari ambienti di casa. Su quale lampada puntare? Qual è il modello migliore per garantire un impatto estetico di primo livello, ma al contempo anche un buon grado di praticità?

È ovvio che sul mercato si possono trovare così tante soluzioni che c’è solo l’imbarazzo della scelta, eppure una soluzione si può trovare, seguendo le proprie preferenze ed esigenze. Ad esempio, i lampadari sospesi rappresentano una delle soluzioni di maggiore tendenza, soprattutto per l’impatto estetico che sono in grado di garantire.

Lampada da soffitto, l’utilità dei modelli sospesi

I lampadari sospesi sono particolarmente diffusi, anche in virtù del fatto che sono caratterizzati da uno stile molto interessante e innovativo. Questi modelli sono formati da un supporto per la lampada che rimane sospeso nel vuoto, grazie alla presenza di un cavo che viene collocata e attaccato al soffitto. Dal supporto si può ovviamente impostare l’altezza desiderata per la luce. Ed è proprio tale misura a incidere sullo spazio che verrà illuminato.

Il consiglio è quello di collocare il lampadario sospeso sufficientemente in alto da poter illuminare una stanza di notevoli dimensioni. Nel caso in cui, invece, l’obiettivo dovesse essere quello di dare luminosità solamente al tavolo della cucina, ad esempio, allora si dovrebbe puntare su una lampada che possa indirizzare la fonte luminosa direttamente verso il basso.

Un altro modello di lampada da soffitto particolarmente diffuso è senz’altro rappresentato dalla plafoniera. L’applicazione di quest’ultima avviene in modo diretto al soffitto: come si può facilmente intuire, la forma tradizionale è quella tonda, con la lampadina che rimane all’interno. Di solito si opta per una luce che sia rilassante e calda.

Plafoniere e faretti, altre ottime soluzioni

Spesso e volentieri, le plafoniere vengono impiegati per garantire la luce necessaria all’illuminazione del corridoio oppure delle camere da letto. Un’altra soluzione alternativa è rappresentata dai faretti. Sono perfetti per garantire la corretta illuminazione del piano di lavoro in cucina piuttosto che di un angolo studio ricavato all’interno della zona giorno.

La luce dei faretti è particolarmente forte, ma altrettanto ben concentrata e si può indirizzare verso il punto voluto. Tra i modelli maggiormente apprezzati e diffusi sul mercato troviamo senz’altro i faretti orientabili, che presentano un supporto girevole in grado di far ruotare la lampada secondo le esigenze di ciascuno, orientando la luce in base ai punti che si ha intenzione di illuminare.

CONDIVIDI