Lampadario fai da te, come realizzarne uno con materiali di riciclo

Lampadario fai da te

Avete sempre sognato di rispettare l’ambiente riuscendo a riutilizzare tanti materiali per costruire qualcosa di utile. Bè, il primo passo dovete farlo sempre voi. Darsi da fare è senz’altro il miglior modo per rispettare l’ambiente, evitando che delle cose ancora sfruttabili vengano buttate o non reimpiegate per dare loro una seconda vita.

Lampadario fai da te, volete provarci?

Un po’ come il lampadario fai da te, che prima o poi tutti nella vita proviamo a realizzare, ma che effettivamente ben in pochi riescono a sviluppare con risultati quantomeno decenti. E se avete un’urgenza di inserire una nuova sospensione per la cucina, allora il lampadario fai da te potrebbe essere proprio la soluzione migliore.

Tanti oggetti di scarto

Questo lampadario fai da te che vi stiamo proponendo si può realizzare con numerosi pezzi di recupero, composto da oggetti che si possono facilmente trovare all’interno della propria abitazione. In questo caso, serve usare una vecchia caffettiera con delle tazzine che possono essere sfruttate in modo innovativo e intelligente.

Quale caffettiera usare

Si potrebbe usare una vecchia caffettiera da 12 tazze, caratterizzata da un’altezza intorno ai 30 centimetri, anche se il suggerimento migliore è quello di sfruttare un modello dalle dimensioni leggermente superiori, in modo tale da coprire più efficacemente il soffitto.

Applicare i fori

La caffettiera, ovviamente, è stata svuotata all’interno, resa praticamente vuota, in modo tale da consentire di inserire l’alloggio per la lampada e il relativo porta lampada. Per realizzare dei particolari giochi di luce, la caffettiera è stata appositamente bucherellata, usando un trapano a colonna, applicando fori da circa 10 millimetri.

Verniciatura della caffettiera

Il passo successivo è quello di provvedere alla verniciatura a polvere della caffettiera. Poi, sarà necessario montarla su un vassoio realizzato in legno, che possa vantare uno spessore pari ad almeno 2 centimetri, prestando la massima attenzione che sia appositamente e adeguatamente impregnato con specifiche vernici all’acqua.

Il risultato finale

Manca poco e poi finalmente avreste il vostro lampadario fai da te e vi assicuriamo che il risultato sarà molto più bello di quello che si potrebbe immaginare. Per renderlo più accattivante dal punto di vista estetico, infatti, la caffettiera-lampadario deve essere bloccata al vassoio insieme a delle tazzine da caffè, che devono essere chiaramente forate sul fondo, per poi inserire all’interno delle medesime dei cucchiaini, che devono essere fissati utilizzando ovviamente del silicone trasparente.

CONDIVIDI