Lampade da soffitto, ecco come sceglierle nel modo corretto

lampade da soffitto studio b-arch

Al giorno d’oggi, in commercio, abbiamo la possibilità di trovare quasi infinite soluzioni per l’illuminazione della propria abitazione. Gli esperti di Houzz hanno redatto un’interessante quanto completa guida che permette di capire come orientarsi in questa vera e propria giungla, in modo particolare nel campo delle lampade da soffitto.

Lampade da soffitto: il tipo più diffuso è il lampadario sospeso

Partiamo dal lampadario sospeso, che si caratterizza per essere la tipologia di illuminazione più sfruttata. La struttura è molto semplice, dal momento che presenta un supporto per la lampada, che è sospeso nel vuoto grazie all’aggancio di un cavo che viene attaccato al soffitto. Ovviamente, c’è la possibilità di scegliere la lunghezza del cavo, in maniera tale da assegnare una corretta altezza anche alla luce in base alle proprie esigenze.

Quando puntare sul lampadario sospeso

Il lampadario sospeso, nella maggior parte dei casi, viene collocato piuttosto in alto quando la stanza in cui viene inserito presenta dimensioni notevoli. Qualora l’obiettivo dovesse essere quello di illuminare esclusivamente il tavolo da pranzo, giusto per fare un esempio, ecco che la lunghezza del cavo aumenterà indubbiamente, senza però correre il rischio di accecare chi è seduto e sta mangiando.

Le plafoniere

La plafoniera, invece, si caratterizza per essere fissata sempre in modo diretto al soffitto. La lampadina, come si può facilmente intuire, resta all’interno della plafoniera e, di solito, è in grado di diffondere una luce piuttosto rilassante. Nella gran parte delle occasioni, questa versione viene scelta per l’illuminazione non solo del corridoio, ma anche delle camere da letto.

I faretti

Un’altra soluzione legata sempre alle lampade da soffitto è rappresentata certamente dai faretti. Quando si fa riferimento ad un ambiente come la cucina, piuttosto che una zona in cui organizzare lo studio o il lavoro, c’è bisogno di avere a disposizione una luce che sia diretta e intensa, che si può tra l’altro direzionare anche secondo le necessità. I faretti più scelti sono quelli orientali, che vengono collocati su un supporto girevole che fa diventare la lampada davvero molto pratica.

Le luci nel controsoffitto

Un altro elemento che fa parte dell’illuminazione da soffitto è certamente quello delle luci nel controsoffitto. Una soluzione prediletta da parte di tutti coloro che non amano assolutamente le lampade a vista. C’è la possibilità, quindi, di inserire dei faretti all’interno del supporto del controsoffitto realizzato in cartongesso, orientandoli secondo le proprie esigenze, verso il basso o verso l’alto.

CONDIVIDI