Sonora, una lampada perfetta per la cena di ogni famiglia

sonora

Una bozza ed ecco il capolavoro. Vico Magistretti è partito proprio da uno schizzo per dare vita ad un oggetto cult del design made in Italy. Stiamo facendo riferimento alla lampada Sonora, che risale al 1976. Dopo 40 anni dal periodo in cui venne per la prima volta lanciata sul mercato, fa rimanere quasi senza parole il fatto che la lampada a sospensione di Oluce viene ancora prodotta e riesce ad affascinare per via dei suoi tratti molto semplici e una forma altrettanto pura.

Sonora si può considerare come una lampada di grosse dimensioni, che ha la particolare capacità di trasmettere tutto il suo stile all’intero ambiente in cui viene inserita. Questa lampada viene sviluppata con l’intento di offrire la corretta illuminazione per quanto riguarda i tavoli da cucina, su cui si mangia.

Questa lampada non è altro che una campana, che viene sospesa in aria grazie alla presenza di un cavo che con fatica si nota. Una lampada, quindi, che si potrebbe anche definire accogliente, per via del fatto che dona quel senso di convivialità alla famiglia nel momento in cui pranza oppure si riunisce al tavolo per la cena.

La prima versione di questa particolare lampada venne ribattezzata Sonora 490 ed è stata realizzata con un materiale come l’alluminio tornito verniciato bianco. Inoltre, è stata messa a disposizione in commercio con tre differenti diametri. Nel corso degli anni Novanta, venne realizzata una seconda particolarissima e pregiata versione, creata solamente con vetro soffiato di Murano acidato: una variante che ha riscosso un grandissimo successo in mezzo al pubblico.

A partire dal 2003, inoltre, la lampada che viene realizzata da parte di Oluce si caratterizza per integrare un diffusore che presenta un diametro pari a 90 centimetri. Quest’ultimo è stato creato in metacrilato soffiato in due varianti, la prima bianco opale e la seconda in bianco coprente e nero, con un’emissione di luce non solo diretta, ma anche diffusa e soffusa.

Il gran numero di lampade che è stato disegnato da parte del genio di Magistretti presentano un particolare elemento stilistico, caratterizzato da un mix tra geometrie essenziali ed effetti luminosi. Tutte le varie caratteristiche, ovvero giunti, dettagli e attacchi compresi, vengono nascosti con l’intento di mettere sempre più in risalto una composizione complessiva che risulta essere decisamente elegante. Sono passati trent’anni di sperimentazione e poi Magistretti ha individuato nella semisfera uno dei suoi prodotti più apprezzati.

CONDIVIDI